Sulle sponde dell’Adriatico, la scatenata rappresentativa under 17 dell’Unicusano Livorno Rugby fa la voce grossa. Nella giornata di apertura del campionato élite di categoria del torneo riservato ai classe 2006 e 2007, la validissima squadra biancoverde allenata da Riccardo Squarcini e Alessandro Borgiotti si è imposta sul terreno del Pesaro con l’eloquente punteggio di 0-50 (0 mete a 8). Gara a senso unico. Già all’intervallo gli ospiti, in virtù delle quattro mete realizzate, avevano messo in ghiaccio il bonus-attacco.  Nella scorsa annata, i classe 2006 labronici – quando erano affiancati dai 2005 – hanno colto, nel campionato under 17, la seconda posizione a livello nazionale. Un’impresa che ha meritato un importante spazio nel libro uscito nei giorni scorsi ‘Biancoverdi in meta – La storia del Livorno Rugby 1931’. In terra marchigiana, i livornesi si sono inizialmente presentati con: D’Ammando; Casini, Bianchi, Nanni, Taratufolo; Celi, Parri; Pirrone, Marianelli, Caratteri; Brasini, Autorino; Tosi, De Rossi Norfini. Entrati nel corso del match anche Fazari, Pistocchi, Bargagna, Bernini, Borgiotti, Lottini e Marchi. Due mete per Bianchi, una per De Rossi, D’Ammando, Taratufolo, Pirrone, Marianelli e Tosi, con Celi che ha arrotondato con cinque trasformazioni. Ottima la prova, sia in attacco, sia nella tenuta difensiva. Gara corretta, senza alcun cartellino estratto dall’arbitro. In questo campionato élite sono al via le migliori 48 squadre di categoria italiane, capaci di superare nelle scorse settimane le forche caudine delle qualificazioni. Sono stati formati sei gironi territoriali, con otto formazioni per ciascun raggruppamento. Al termine di tale fase, le migliori otto daranno vita alla final-eight per il titolo tricolore.