Si può abbinare quantità (di atleti) a qualità (di risultati). La dimostrazione è giunta grazie all’under 13 dell’Unicusano Livorno Rugby, che, nel raggruppamento svoltosi nel pomeriggio di sabato 29 a Campi Bisenzio, si è presentata con 22 giocatori e con due squadre, capaci, entrambe, di chiudere imbattute la manifestazione. I ragazzi guidati dagli allenatori-educatori Matteo Carrai (l’ex pilone-tallonatore che ha giocato ad alti livelli con la maglia della prima squadra labronica, anche nel massimo campionato nazionale; i dettagli nel libro ‘Biancoverdi in meta – La storia del Livorno Rugby 1931’, uscito nei giorni scorsi) e Piero Chiesa sono parsi, alle porte di Firenze, in gran forma.  Al via del raggruppamento (o concentramento che dir si voglia), oltre alle due rappresentative dell’Unicusano Livorno Rugby, anche Puma Bisenzio, Bellaria Pontedera, Montelupo, e, con due formazioni, il Firenze. Carrai, Chiesa e i dirigenti accompagatori sono estremamente soddisfatti delle risposte giunte. Tutti gli atleti a disposizione (si tratta di giovanissimi rugbisti nati negli anni 2010 e 2011) stanno mostrando importanti qualità. Ecco il lungo elenco dei labronici protagonisti a Campi Bisenzio: Filippo Aspromonti, Carolina Balduinotti, Giovanni Balduinotti, Matteo Bertini, Giorgio Campora, Filippo Carrai, Ettore Carrara, Guido Chiesa, Ugo Chiesa, Lorenzo Danza, Filippo Del Moro, Tommaso Del Vivo, Valerio Donati, Simone Fra, Filippo Gambicorti, Lorenzo Garzelli, Diego Gennari, Valerio Giorgi, Pietro Marini, Christian Paolini, Ryan Rosini, Alessandro Trevisan.