Globalmente, negli ultimi tre tornei di B (girone 2, il raggruppamento del centro Italia), il Livorno Rugby ha disputato 55 partite: 22 nel campionato 2017/18, concluso al terzo posto con 77 punti all’attivo (ruolino di 16 vittorie e 6 sconfitte), 22 nel campionato 2018/19, concluso al quarto posto con 71 punti (75 quelli racimolati sul campo; ruolino di 15 vittorie e 7 sconfitte) e solo 11 nel campionato 2019/20, interrotto anzitempo per l’emergenza del Covid-19 (al momento della sospensione, seconda piazza con 44 punti, frutto di 9 vittorie e 2 sconfitte). In tutto, nei tre tornei – i primi due con Marco Zaccagna allenatore, il terzo con Michele Ceccherini alla guida tecnica -, i biancoverdi hanno dunque racimolato, sul campo, 196 punti (40 vittorie e 15 sconfitte), con una media superiore a tre punti e mezzo a partita. Non male. Il ‘nucleo storico’, composto da elementi rugbisticamente nati e cresciuti nel sodalizio biancoverde, ha dunque consentito di raggiungere importanti successi di tappa. Da loro si riparte per effettuare il definitivo salto di qualità e festeggiare in grande stile, nel 2021, il novantesimo anniversario della nascita del club. Sarebbe davvero bello celebrare in grande stile l’importante ricorrenza. Nell’ultima stagione, interrotta circa a metà per la pandemia, non sono stati assegnati i titoli sportivi. In Top12 non è stato assegnato lo scudetto, né, nei campionati intermedi, sono state sancite promozioni e retrocessioni. A giorni sarà decisa la composizione dei vari gironi dei campionati 2020/21. Sono insistenti le voci di un possibile ripescaggio in A del Florentia, la squadra che al momento dell’interruzione del campionato di B, girone 2, figurava sul gradino più alto del podio, con 54 punti all’attivo (l’unico punto lo aveva lasciato per strada nel confronto casalingo del 17 novembre, con il Livorno Rugby; saltato l’attesissimo derby toscano del girone di ritorno, inizialmente previsto sul campo ardenzino ‘Carlo Montano’ il 29 marzo). Se il Florentia salisse in A a tavolino, il Livorno Rugby non si troverebbe di fronte, nel nuovo torneo di B, alcuna squadra che nelle ultime tre annate l’ha preceduta in classifica. Tra le formazioni possibili ‘mine vaganti’ del nuovo torneo di B, girone 2, il Parma’31 (società coetanea del Livorno Rugby), che, dopo i deludenti ultimi campionati, finiti lontani dalla zona nobile della classifica, si è notevolmente rinforzato nel corso dell’estate. Rinforzati appaiono anche i biancoverdi labronici, alla cui conduzione tecnica è tornato Marco Zaccagna, che nella stagione 2019/20 si è concesso (rugbisticamente parlando) un periodo ‘sabbatico’. Ufficializzati, già da alcune settimane, i ritorni nel roster dei livornesi del mediano di mischia Tito Chiesa e dei trequarti Gabriele Esposito e Alberto Neri. Ufficializzato, per il pacchetto, la conferma del valido ed esperto terza linea romano Rudolf Mernone. A breve saranno annunciati gli innesti di altri giocatori di spessore. Nella prossima settimana, dopo una breve interruzione osservata per le ‘vacanze di Ferragosto’, riprenderanno gli allenamenti. Saranno giorni caldi, nei quali, anche a livello federale, sarà fatta chiarezza sui nuovi tornei. Probabilissima, a livello giovanile, la disputa – almeno per una lunga prima parte delle stagione – di campionati regionali. Ancora qualche giorno e poi si conosceranno i dettagli sulla nuova annata, la prima da vivere dopo i drammi e i disagi propri della fase più critica della pandemia del Covid-19.