Evidentemente il lunghissimo stop agonistico imposto dall’emergenza della pandemia non ha arrugginito gioco e idee. Il Livorno Rugby under 19, al rientro in una gara con punti in palio dopo 20 mesi di forzata interruzione, ha messo in mostra doti di primo piano. Rispettando il pronostico della vigilia, i ragazzi biancoverdi allenati dal terzetto Luca Isozio, Alessandro Saltapari e Rossano Campochiari si sono imposti sul ‘Priami’ di Stagno contro i pari età locali del Granducato, la franchigia che vede giocare fianco a fianco atleti tesserati Lions Amaranto Livorno, CUS Pisa e Titani Viareggio. Punteggio conclusivo 5-51. Per gli ‘ospiti’ tre mete dello scatenato Casini, una meta e tre trasformazioni di Nanni e una meta a testa di Gragnani, Tori, Nannoni, Quarta e Vallati. In tutto nove le mete siglate, con il bonus-attacco ben presto messo in cassaforte. L’incontro era valido per la seconda giornata del girone 1 (quello della costa) toscano. Nel primo turno, i biancoverdi avevano osservato un turno di riposo. In questa prima fase stagionale tutte le formazioni disputano la fase regionale. Le migliori, poi, proseguiranno il cammino nella fase interregionale (nell’area del centro Italia saranno al via otto compagini provenienti da Toscana, Emilia-Romagna, Marche, Umbria e Sardegna). Fuori dai denti: il Livorno Rugby under 19 punta ai vertici del campionato nazionale. Domenica prossima i biancoverdi renderanno visita ai coetanei dei Mascalzoni del Canale, la società che unisce le forze di Cecina, Piombino ed Elba. Si tratterà di un altro incontro alla portata, utile per oliare i meccanismi in vista di gare più impegnative. Partita in programma alle 14:30 a Portoferraio. La classifica dopo le prime due giornate dei raggruppamenti toscani. Girone 1: Livorno* 5 p.; Mascalzoni del Canale 4*; Granducato 0. Girone 2: Cavalieri Prato/Sesto 10; Firenze’31* e Ghibellini* 0. *una partita in meno. Alla fine di questa prima fase, la prima classificata del girone della costa affronterà la seconda dell’altro raggruppamento: tutto lascia supporre che i biancoverdi se la vedranno con il Firenze’31. A Stagno, biancoverdi lucidi e concreti. La crescita evidenziata alla distanza è sintomo di una squadra ottimamente preparata anche a livello fisico e atletico. Insomma, nonostante il lungo stop agonistico nessuno si è arrugginito. Anzi: la sospensione dettata dalla pandemia ha regalato ulteriori feroci stimoli… Lo schieramento iniziale: Piram; Pisaneschi F., Casini, Nanni, Vallati; Isozio, Rossi; Angiolini, Tori, Eliseo; Freschi, Gragnani; Quarta, Nannoni, De Rossi. Entrati anche: Pisaneschi D., Nicastro, Bradac, D’Angelo L., D’Angelo G., Lenzi.