La stagione degli under 11 del Livorno Rugby è iniziata in grande stile, con un simpatico e riuscitissimo ritiro di due giorni effettuato alla casa vacanze “Collealberti” di Lorenzana. Coinvolti nell’iniziativa questi 19 atleti, nati negli anni 2011 e 2012: Adele Del Moro, Pietro De Leonibus, Manuel Mazzotta, Vincenzo Colecchia, Guido Chiesa, Tommaso Del Vivo, Giorgio Campora, Ryan Rosini, Simone Frà, Edoardo De Gregorio, Valerio Donati, Lorenzo Danza, Alessandro Trevisan, Guido Morelli, Marco Fazio, Federico Napoli, Mattia Battagello, Filippo Tani e Zeno Catola. Sotto la guida dei loro allenatori-educatori Alessia Fraschetti, Andrea Scapaticci e Riccardo Fabbrini e del direttore sportivo dello stesso club biancoverde Riccardo Squarcini, i giocatori si sono ritrovati nella prima mattinata di venerdì 3 nella struttura. Dopo ‘l’organizzazione dei borsoni’ e ‘la preparazione dei letti’, gli atleti si sono cimentati in esercizi di motoria e in esercizi più specifici del gioco del rugby. Poi pranzo e nel pomeriggio attività libera e piscina. Dopo la cena, osservazione del cielo notturno. Il sabato è iniziato già alle 8:30 con la prevista attività motoria. Successivamente pranzo, gioco libero e piscina. Alle 19:00 l’appuntamento con il ritrovo dei genitori per poi, tutti insieme, consumare la cena. A proposito di cena: tutti i pasti dei ritiri delle varie under del Livorno Rugby sono a cura dell’allenatore-educatore dell’under 9 Rocco Montanaro, il ‘super-cuoco’. Una due-giorni intensa e di risposte concrete da parte di tutto il gruppo degli under 11, che dalla nuova settimana si cimenterà con i classici allenamenti sul sintetico del ‘Maneo’ di via Settembrini. Dopo un anno e mezzo pesantemente condizionato dall’emergenza della pandemia, con i rugbisti chiamati a rispettare un rigido protocollo, senza veri impegni di campionato e con un numero limitatissimo di gare amichevoli, finalmente si ritorna a respirare un’aria nuova. Il sodalizio biancoverde da sempre cura con grande attenzione il proprio vivaio. Indipendentemente dai risultati (peraltro brillanti) ottenuti, l’importante, per tutti gli atleti tesserati – giovani e meno giovani – è ricavare dallo sport della palla ovale un sano divertimento. E il divertimento, nel venerdì e sabato trascorsi a Lorenzana, per gli agguerriti under 11 non è certo mancato. Anzi…