Il Livorno Rugby,  da questa stagione sponsorizzato Unicusano –  l’accordo con l’Università degli Studi Niccolò Cusano, una delle tre maggiori realtà universitarie telematiche in Italia, forse la principale, è quadriennale -, cura  da sempre con particolare attenzione il proprio vivaio. La bontà del lavoro svolto alla base è testimoniata dagli ottimi risultati colti nel settore giovanile e dalle numerose e costanti chiamate nelle varie rappresentative della nazionale di talentuosi elementi rugbisticamente nati e cresciuti in biancoverde. L’ennesima convocazione di giocatori labronici è giunta in vista del nuovo raduno della Nazionale under 20. Selezionati – e non è certo una sorpresa.. – per il ritiro in programma dal 21 al 24 novembre a Parma, il trequarti Lorenzo Nanni (classe 2004 e titolare della prima squadra dell’Unicusano, in serie A) e l’avanti Filippo Lavorenti (classe 2003 e da quest’anno in forza al CUS Torino, nel massimo campionato domestico, quello del Top 10). L’appuntamento con il ritiro di Parma è teso a preparare le prossime competizioni internazionali dell’Italia under 20 in agenda il 18 dicembre 2022 e l’8 gennaio 2023 con i pari età dell’Irlanda e della Francia. Gare che, a loro volta, saranno test ricchi di significati in vista del ‘Sei Nazioni’ di categoria, che scatterà il 3 febbraio 2023. Le partite del ‘Sei Nazioni U20’ si disputeranno sempre il venerdì antecedente gli impegni della nazionale maggiore e termineranno il 19 marzo. Le partite interne degli azzurrini, con Francia, Irlanda e Galles, si giocheranno allo Stadio Monigo di Treviso. La società dell’Unicusano Livorno Rugby non nasconde la propria soddisfazione nel vedere Nanni e Lavorenti nuovamente protagonisti in azzurro.