Con il largo successo ottenuto domenica 23 ottobre nell’andata della finale barrage, sul campo del Noceto (5-36 il punteggio), gli under 17 dell’Unicusano Livorno Rugby si sono portati a mezzo centimetro dall’accesso al girone élite, il campionato che vedrà al via le migliori 48 squadre nazionali di categoria. In questa annata, tra gli under 17 sono protagonisti i ragazzi nati negli anni 2006 e 2007. Come noto, nella scorsa stagione, l’under 17 biancoverde (squadra composta da elementi del 2005 e del 2006) ha chiuso al secondo posto il torneo tricolore: un’impresa che ha meritato un ampio spazio nel libro ‘Biancoverdi in meta – La storia del Livorno Rugby’, uscito nei giorni scorsi. Nell’opera, disponibile presso la segreteria del club, sono ripercorsi i primi 91 anni d’attività del glorioso sodalizio delle Tre Rose. Questo lo schieramento iniziale proposto dagli allenatori labronici Riccardo Squarcini e Alessandro Borgiotti a Noceto: D’Ammando; Taratufolo, Bianchi, Nanni, Casini; Celi, Parri; Brasini, Favilli, Caratori; Autorino, Fazari; Tosi, De Rossi, Norfini. Entrati nella ripresa anche Stefanini, Balduini, Bargagna, Bernini, Lottini, Bacci e Gambicorti. Unicusano subito in palla: all’intervallo, con zero mete a tre, la situazione è invidiabile (0-19). Nella ripresa, i biancoverdi mettono in ghiaccio il bonus-attacco, per poi siglare anche la quinta e la sesta meta del confronto (solo una meta per gli emiliani padroni di casa). Per i livornesi a bersaglio, Celi, con una meta e tre trasformazioni, Casini, con due mete, Nanni, Taratufolo e Favilli, con una meta a testa. Partita corretta, nella quale si è evidenziata la chiara superiorità dei livornesi. Conti alla mano, domenica prossima, al ritorno, al ‘Montano’, la qualificazione al girone élite potrebbe giungere con largo anticipo, semplicemente con la realizzazione della meta-bonus. Il primo vero obiettivo stagione è a mezzo centimetro…