È stato il presidente del miglior periodo nella storia del rugby livornese. Uno di quei massimo dirigenti capaci di commuoversi di fronte ai successi della propria creatura. Massimo Fraddanni è stato il presidente-magnate del Rugby Livorno dalla stagione 1984/85 fino a metà dell’annata 1992/93, quando lasciò l’incarico al figlio Giacomo. Sotto la guida di Massimo Fraddanni, con tecnici Fabrizio Gaetaniello e Marco Bollesan (e con in organico campioni quali David Knox e Michael Cheika), il Rugby Livorno ha colto prestigiosissimi risultati. Su tutti, nella stagione 89/90, il sesto posto nel campionato di A1 (all’epoca il massimo torneo, nel quale erano impegnate realmente tutte le migliori squadre italiane). Si è trattato del più bel traguardo raggiunto da una realtà rugbistica della Toscana occidentale. Ha investito ingenti risorse nel club biancoverde. Un presidente realmente innamorato della propria società. Massimo Fraddanni è scomparso nella serata di venerdì all’età di 74 anni. Tutto il mondo dello sport cittadino si stringe intorno al dolore della famiglia.