Eccellente il settimo posto ottenuto dall’Unicusano Livorno Rugby under 12 nel prestigiosissimo torneo ‘Città di Treviso’, di gran lunga, a livello nazionale, la manifestazione più importante nel panorama della palla ovale propaganda. L’evento, giunto alla 44° edizione, si è disputato sabato 18 e domenica 19 maggio sugli spendidi campi trevigiani, ed ha coinvolto migliaia di atleti, provenienti da tutta Italia. Per la categoria under 12, 80 le squadre coinvolte. Per i biancoverdi labronici è stata un’esperienza memorabile. Alto il livello di gioco espresso. Non sono mai mancate grinta, passione e tecnica. L’Unicusano, grazie alle proprie doti, ha chiuso la prima giornata di gare con un ruolino di soli successi e dunque, con il primo posto nel proprio girone, si è meritata la qualificazione alla parte alta del tabellone. Nella mattinata della domenica, ancora forti emozioni, gare di alto livello e settima piazza conclusiva. È stato bello vedere i ‘bimbi’ (si tratta di atleti nati negli anni 2012 e 2013), alla fine di ogni confronto e di competizione, con la soddisfazione e la gratificazione di aver realmente dato tutto in campo. Sempre nel rispetto di avversari e nel rispetto delle regole. Nella circostanza, nella rosa livornese si sono aggiunti anche due atleti del Versilia. Sono stati due giorni vissuti intensamente da tutti quanti, anche dai tanti adulti che hanno seguito questi piccoli-grandi rugbisti. I giocatori labronici utilizzati in terra veneta dagli allenatori-educatori Riccardo Fabbrini e Piero Chiesa: Giacomo  Borgioli, Diego Borrelli, Mattia Battagello, Zeno Catola, Mattia Camporeggi, Pietro De Leonibus, Marco Fazio, Manuel Mazzotta, Matteo Montagna, Guido Morelli, Federico Napoli, Niccolò Perossini, Giuseppe Sampietro, Antimo Tramontano.