Ben 13 le mete e ben 85 i punti siglati dallo scatenato Livorno Rugby under 16 nel turno di apertura del campionato regionale di categoria. Partita a senso unico quella disputata in questa assolata prima domenica del mese di ottobre sul terreno Santa Costanza di San Vincenzo. I ragazzi di Ljubi e Borgiotti, nel derby della costa, contro i padroni di casa del Rufus (che non hanno segnato alcun punto), hanno messo in mostra qualità di spessore per la categoria. Dopo aver sbloccato la situazione nei primi secondi del confronto, i biancoverdi, tra il 2’ e il 10’, hanno palesato troppa frenesia. Poi però, siglata la seconda meta, il Livorno Rugby si è scatenato. Al di là dell’ingente bottino di marcature, per i biancoverdi un esordio ufficiale convincente. Ospiti concentrati, efficaci in attacco e attenti in difesa. In tutto, nel campionato regionale under 16, sono 16 le squadre al via. Il Livorno Rugby è inserito nel girone di qualificazione 1, composto, in tutto, da tre compagini. Nella prossima domenica riposo per i biancoverdi: ci sarà CUS Pisa-Rufus. Il 20 ottobre al ‘Maneo’, Livorno-CUS Pisa. Le prime classificate dei cinque gironi e le tre migliori seconde si qualificheranno alla final-eight – al via a novembre – che, a sua volta sancirà le due formazioni che entreranno direttamente nel tabellone interregionale. ‘Barrage’ per la terza. Insomma nella prima parte della stagione tutte le squadre – anche quelle come il Livorno Rugby, ‘tradizionalmente’ impegnate nel campionato èlite – disputano la fase regionale. E’ evidente che in questi gironi iniziali, le differenze di valore sono enormi: non a caso, in tutti i cinque raggruppamenti, in questo primo turno, si sono registrate gare squilibrate, con vittorie record da parte delle compagini più attrezzate. I biancoverdi hanno mezzi di spessore e possono, legittimamente, ambire alle prime piazze del campionato toscano. Il lavoro è impostato a medio termine: si vuole raggiungere il top della forma in occasione delle gare della seconda fase stagionale. A San Vincenzo, ampio spazio per tutti i 22 elementi a referto: ben presto sono entrati anche i 7 giocatori inizialmente in panchina. I giocatori utilizzati sul campo del Rufus: Santuari; Brancoli (Sangiorgi), Casini (Tavella), Nanni (cap.), Mannucci; Isozio (Giunta), Rossi (Coradeschi); Lenzi Giorgio (Raffo), Freschi, Casolaro; Bradac, Carbonella; Grifoni, Giammattei (Gambini), Gizzarelli (Giordano).