Non sono bastate le mete di Cioni e D’Ammando per evitare la sconfitta. Gli under 14 del Livorno Rugby hanno ceduto 43-10 (7 mete a 2) sul campo dei validi pari età dei Cavalieri Prato/Sesto. Il percorso di crescita degli atleti labronici allenati da Saltapari, Campochiari, Guidi e Tavella passa anche da questi appuntamenti piuttosto difficili. Le potenzialità dei biancoverdi si sono evidenziate poche settimane fa con l’ottimo terzo posto ottenuto nella tappa pratese del Superchallenge, una sorta di campionato nazionale al quale partecipano solo le migliori formazioni italiane. La gara esterna con i Cavalieri, giocata sabato e condizionata dal maltempo, era valida per il campionato toscano. In tale torneo, non viene stilata una vera classifica generale, ma ci si limita ad omologare ogni singola partita con il classico sistema del punteggio australe (4 punti a vittoria, bonus-attacco alla quarta meta, ecc.). Nello specifico, dunque, 5 punti per i padroni di casa e nessuno per gli ospiti. Una sconfitta che non scalfisce certo quanto di buono combinato finora e non avrà alcuna ripercussione negativa in vista delle prossime uscite. Questi, in rigoroso ordine alfabetico, gli atleti biancoverdi – nati negli anni 2006 e 2007 – schierati contro i Cavalieri: Bargigli, Bargagna, Barsotti, Borgiotti, Bianchi, Cannone, Celi, Cioni, D’Ammando, De Rossi, Fava, Giusti, Giannetti Smareglia, Lottini, Marianelli, Michelucci, Mannucci, Norfini, Tosi.