Fare qualcosa in più era realmente impossibile. Nell’ultima uscita ufficiale del 2017, coincisa con l’ultima giornata del girone d’andata del campionato elite di categoria, raggruppamento del centro Italia, la Costa Toscana ‘1’, in formazione larghissimamente rimaneggiata, ha ceduto 8-34 contro i ‘cugini’ del Granducato Livorno. Il derby si è disputato in questa fredda domenica di metà dicembre sul campo sintetico ‘Maneo’, il terreno amico della Costa Toscana (Franchigia nata nel 2016 grazie al lavoro sinergico tra Livorno Rugby, Amatori Rosignano, Emergenti Cecina e Bellaria Pontedera; di fatto nella rappresentativa ‘1’ militano solo giocatori del Livorno Rugby).

I tecnici della squadra padrona di casa Michele Ceccherini, Stefano Gesi e Gianluca Barsacchi hanno dovuto fare i salti mortali per presentare uno schieramento all’altezza: per le numerose e gravi assenze solo 17 gli elementi a referto. La Costa Toscana ha giocato con grande slancio e generosità. Gesi sblocca con un piazzato: 3-0. Il Granducato ribalta la situazione (3-10). Ancora Gesi si erge a protagonista con una meta (8-10). Prima della fine di un primo tempo in sostanziale equilibrio, gli ‘ospiti’ allungano: 8-17 all’intervallo. Nella ripresa, complice l’uscita per infortunio di Pardini, la Costa Toscana fatica a contenere la fisicità degli antagonisti. Il Granducato è concreto e nella ripresa, con altre tre mete (una trasformata) allunga per il definitivo 8-34. Dopo il ‘letargo natalizio’, il 14 gennaio, la Costa Toscana ‘A’ ospiterà il Florentia.

I 17 giocatori utilizzati nel derby tra Franchigie livornesi: Romano, Bagnoli, Politano, Zannoni N., Fabbri, Gesi, Zannoni N., Piras, Pardini, Pini, Ianniciello, Freschi, Andreotti, Mattei, Campanile, Saylon, Bagagli. La classifica al termine del girone d’andata: Amatori Parma 38 p.; Granducato Livorno e Cavalieri Prato/Sesto 36; Florentia 29; Perugia 23; I Medicei Firenze 21; Costa Toscana 19; Romagna 18; Reggio E. 9; Modena 6.