L’under 18 del Livorno Rugby sa cosa vuole e sa come ottenerlo. Grazie ad una prova brillante, ricca di sostanza, la squadra biancoverde allenata dal terzetto Isozio-Gesi-Campochiari si impone sul campo di Reggio Emilia, contro i locali del Valorugby 15-42 e in virtù dei preziosi 5 punti raccolti (successo e bonus-attacco) consolida il quarto posto in classifica. Dopo le prime 5 giornate del campionato élite di categoria, girone del centro Italia, le prime quattro (tutte vincenti e tutte in grado di raccogliere il massimo della posta) hanno scavato un solco piuttosto profondo sulle inseguitrici. La situazione in graduatoria: I Medicei Firenze 25 p.; Amatori Parma 21; Cavalieri Prato/Sesto 20; Livorno 18; Perugia 12; Modena 12; Romagna 9; Parma’31 6; Valorugby 5; Florentia 2. I labronici hanno all’attivo 3 successi, 1 pareggio e 1 sconfitta.

A Reggio gli ospiti sono cresciuti nell’arco del confronto. Solo alla distanza i biancoverdi hanno preso il largo. Per oltre un tempo, situazione in bilico. Al 4’ i livornesi sbloccano il punteggio con la meta di Gesi trasformata da Tomaselli: 0-7. Piazzato del Valorugby all’8’ e piazzato di Tomaselli al 12’: 3-10. I locali, al 17’, con una meta trasformata raggiungono la parità: 10-10. Al 33’ Tomaselli, dalla piazzola, realizza il calcio che consente alla sua squadra di chiudere il primo tempo in vantaggio 10-13. In avvio (3’) di ripresa la seconda meta (non trasformata) degli emiliani vale il 15-13. Il Livorno Rugby non si scompone ed anzi raddoppia gli sforzi. I frutti arrivano puntuali. La seconda meta personale di Gesi, ancora trasformata da Tomaselli, consente di mettere definitivamente il muso avanti: 15-20 all’11’. Lo stesso Tomaselli indirizza tra i pali il piazzato del 12-23 al 15’. I biancoverdi migliorano ulteriormente la qualità del proprio gioco: meta di Pini trasformata da Tomaselli al 20’ (15-30). La meta-bonus giunge al 29’ ed è firmata da Meini (12-35). Lo stesso Meini, allo scadere (35’) sigla la quinta meta della propria squadra. La trasformazione di Tomaselli fissa il punteggio sul 15-42. Buona prova di tutta la squadra labronica, con menzione per il terza centro Angiolini. Lo schieramento vittorioso a Reggio: Tomaselli; Barsotti (10’ st Pieroni), Capozzi, Cristiglio, Meini; Gesi, Zannoni; Angiolini, Mattei (10’ st Tattanelli), Eliseo (21’ st Freschi; Ianniciello, Pini (22’ st Liperini); Andreotti, Campanile, Mattei (10’ st Mannucci). A disp.: Rotondo.