Si è deciso in volata il derby toscano, valido per la terza giornata del campionato èlite under 16, girone del centro Italia, tra Livorno Rugby e US Firenze. La sfida si è giocata sul campo labronico ‘Maneo’. I gigliati si sono imposti 15-17. E’ stato un incontro vivace ed equilibrato, con le due difese capaci di gettare sabbia negli ingranaggi offensivi degli avversari.

I fiorentini hanno effettuato il definitivo sorpasso, con un piazzato, solo in dirittura d’arrivo, al 30′ della ripresa. In parità (2-2) il conteggio delle mete. A far pendere l’ago della bilancia dalla parte ospite, solo piccoli particolari ed il miglior bottino dei punti di piede. In classifica 1 punto per i labronici (superati con un margine inferiore alle otto lunghezze) e 4 per i gigliati. Nessuna delle due formazioni si è assicurato il bonus-attacco. La classifica dopo tre giornate: Cavalieri Prato/Sesto 15; US Firenze 14; Lyons Valnure 13; Reggio E. 9; Parma’31 e Modena 7; Livorno e Amatori Parma 6; Perugia e Reno Bologna 0.

Gli allenatori biancoverdi Igli Borsato e Alberto Pietra Caprina hanno inizialmente utilizzato: Piram; Strazzullo, Barsotti, Cristiglio, Lampugnale; Tomaselli, Gesi; Lavorenti, Baldi, Tori; Angiolini, Eliseo; Mannucci, De Rossi, Nanni. Entrati anche: Gragnani, Nicastro, Danti, Bargellini, Vallati e Orsini. Al 12′ i biancoverdi, con il terza linea Lavorenti, sbloccano il punteggio con una meta non trasformata: 5-0 all’intervallo. Nella ripresa gli ospiti, con due mete trasformate (15′ e 22′) riescono ad issarsi sul massimo vantaggio di più 9 (5-14). Livorno non ci sta e, con il suo carattere fuori del comune, reagisce. Al 22′ meta del centro Cristiglio, trasformata dall’apertura Tomaselli (12-14). Lo stesso Tomaselli (28′) sigla il penalty del controsorpasso: 15-14. In extremis, ancora dalla piazzola, l’US Firenze trova i punti della vittoria. Livorno mastica amaro, ma sul piano del gioco e della determinazione i conti, per Borsato e Pietra Caprina, tornano. In questo (duro) torneo èlite, i biancoverdi (nati negli anni 2002 e 2003) possono togliersi non poche soddisfazioni.