Per l’under 14 del Livorno Rugby prosegue il lavoro di avvicinamento in vista del ‘Super Challenge’, l’evento in programma il 2 giugno nel quale saranno impegnate le migliori squadre italiane. Tale kermesse, di fatto, assegnerà lo scudetto di categoria. Anche nell’ultimo fine settimana, due le rappresentative biancoverdi in campo. La compagine ‘A’ (composta quasi esclusivamente da atleti del 2003, al secondo anno tra gli under 14) ha vinto le due gare disputate sul campo amico ‘Maneo’.

Il triangolare era valido per il campionato regionale. I padroni di casa hanno liquidato il Cecina ‘A’ 21-7 e i Cavalieri Prato/Sesto 36-7. Questi gli atleti biancoverdi utilizzati: Nicastro, Nannoni, Nanni, Bradac, Gragnani, Lavorenti, Rossi, Giusti, Vallati, Gesi, Tori, Orsini, Piram, De Ranieri. Al di là dell’ingente bottino di mete messe a segno, le due partite sono stati utili test per preparare il ‘Super Challenge’. Buone le trame sviluppate, anche se con un briciolo di attenzione in più era possibile realizzare un maggior numero di marcature.

La squadra del Livorno Rugby ‘B’ (composta quasi esclusivamente da giocatori del 2004, al primo anno in categoria) ha perso 33-5 sul terreno dello Scarlino. Lo schieramento ospite: Bianchi, Grifoni, Quaglia, Borgi, Bernardini, Avila, Lampugnale, Bruni, Schillaci, Santuari, Tavella, Freschi, Ferretti, Bandini.
Impegno duro per i piccoli livornesi contro avversari non molto tecnici ma di età superiore e quindi fisicamente superiori. Nonostante il continuo possesso, i livornesi sono riusciti a siglare una sola meta, subendone cinque in situazioni di contrattacco. Nel complesso buona prova contro un avversario più pesante e di stazza superiore. In generale, gli allenatori-educatori Massimiliano Ljubi, Stefano Gesi e Alessandro Gragnani sono soddisfatti della serietà e dell’attaccamento ai colori sociali dimostrate da tutti i giocatori (del 2003 e del 2004) in rosa.