Non solo giovani e giovanissimi nella rosa del Livorno Rugby. I biancoverdi non nascondono ambizioni importanti nel nuovo campionato di B. Dopo aver ottenuto, nelle ultime tre stagioni, nella cadetteria – nell’ordine – un terzo, un quarto ed un secondo posto, la squadra labronica vuole effettuare il definitivo salto di qualità. E’ ufficiale la conferma di Rudolf Mernone, terza linea romano classe ’88. A Mernone è stato affidato anche il compito di tecnico della rappresentativa giovanile under 14 (affiancherà in tale mansione Federico Guidi e Alessandro Saltapari). Sono ufficiali i rientri nel roster della prima squadra del mediano di mischia classe ’91 Tito Chiesa, del trequarti Gabriele Esposito (coetaneo di Chiesa) e del trequarti nato nel 1990 Alberto Neri. I tre, sportivamente parlando, sono nati e cresciuti nelle under del Livorno Rugby. In biancoverde hanno esordito, giovanissimi, in prima squadra, ai tempi della serie A. Riprendono l’attività rugbistica dopo alcune annate di stop. Non avranno difficoltà ad evidenziare, già all’inizio del campionato 2020/21, la miglior condizione fisico-atletica. L’allenatore Marco Zaccagna (a sua volta tornato sulla panchina biancoverde dopo una stagione ‘sabbatica’) avrà a disposizione una squadra competitiva, alla quale non mancherà mai la giusta carica agonistica. Una squadra che, anche grazie ai quattro giocatori di cui sopra, può vantare la giusta esperienza. Mernone e Neri hanno peraltro toccato persino la nazionale seven. A livello senior, l’ala (e all’occorrenza estremo) Neri, dopo le tre – intense e convincenti – stagioni vissute con la prima squadra labronica (sotto la conduzione tecnica di Guglielmo Prima e Diego Saccà), è passato nel 2012 al Petrarca Padova (con cui ha vinto il titolo italiano under 23). Poi quattro stagioni in serie A con la maglia della Pro Recco, una delle migliori realtà della categoria. Due anni fa ha appeso – solo temporaneamente – le scarpette al chiodo ed ha iniziato a lavorare nel ristorante livornese di suo padre. Pure Esposito ha debuttato, appena maggiorenne, nel Livorno Rugby. Giocatore ricco di talento, frenato da problemi fisici nel corso della sua carriera. Dopo il momentaneo stop dell’attività – dettata da motivi personali e di lavoro – ora è pronto a rimettersi in gioco. Ha smaltito i suoi acciacchi: sarà un valore aggiunto della linea arretrata. Tito Chiesa, mediano di mischia e all’occorrenza estremo, ha sempre giocato nel Livorno Rugby. Alla vigilia della stagione 2017/18, si è procurato un serio infortunio al ginocchio. Si è sottoposto ad intervento chirurgico ed ha preferito fermarmi per un po’ con il rugby giocato. Dopo tre anni torna nei ranghi. Mernone è stato protagonista, già l’anno scorso, con i labronici. E’ un personaggio noto anche nel mondo dello spettacolo: al suo attivo anche la partecipazione alla 12° edizione del ‘Grande Fratello’. Mettendo da parte le curiosità extra-tecniche, si tratta di un avanti in grado, in B, di fare la differenza. Per lo stesso Mernone, per Chiesa, per Esposito, per Neri e per tutti i loro compagni sono feroci le motivazioni in vista della nuova annata.