Il Florentia sta viaggiando su ritmi pazzeschi: 54 i punti conquistati, con 11 vittorie (10 condite dal bonus-attacco) in 11 gare. La squadra biancoviola gigliata guida la classifica del girone 2 di serie B ed è la logica favorita per la promozione (solo la prima in graduatoria potrà festeggiare l’approdo in A). Il Florentia vanta, a 9 fatiche dalla fine della regular season (10 sono le giornate mancanti, ma in ogni turno una squadra osserva una domenica di riposo) 10 punti di margine sulla seconda forza del torneo, quel Livorno Rugby che, imbottito di giovani e giovanissimi, è stato capace finora di centrare 9 vittorie (in 7 occasioni è giunto il bonus-attacco) e 2 sconfitte (a Firenze e in casa con il Modena; con gli emiliani è scattato il bonus-difesa). Considerate le tante defezioni che hanno caratterizzato la prima parte della stagione e la ‘perdita’, nel corso dell’annata, di elementi ‘foravia’, tesserati con il preciso scopo di effettuare il salto di qualità (Busquets, Leo, Mastrorosa, Pellegrini), il cammino è da considerare decisamente positivo. In questo periodo, a parte i preziosi avanti Ravalle e Mernone, l’organico a disposizione del tecnico Michele Ceccherini è composto solo da giocatori livornesi, rugbisticamente nati e cresciuti nel floridissimo vivaio biancoverde. Insomma, si sta aprendo un importante ciclo, indipendentemente dal disavanzo dalla vetta. Le speranze di salire al primo posto sono ridottissime e passano, anche, da un eventuale (ed al momento improbabile) rallentamento della corsa del Florentia. Per essere matematicamente certi della serie A, ai biancoviola basterebbero, nelle restanti 9 partite, 36 punti. A quota 90 sarebbe in ogni caso irraggiungibile per il Livorno Rugby. I biancoverdi, tuttavia, non hanno alcuna intenzione di mollare la presa. Per verificare se si possono ancora tenere aperti i giochi promozione, saranno decisive le prossime cinque giornate, diluite nell’arco di due mesi. In programma il primo marzo Capitolina Roma cadetta – Florentia e Livorno – Valorugby Emilia cadetto. Poi il 22 marzo si giocheranno Lions Livorno – Livorno Rugby e Florentia – CUS Siena. Il 29 marzo ci sarà lo scontro diretto Livorno – Florentia. Il 5 aprile, turno di riposo per i biancoverdi (il riposo, per i biancoviola è previsto solo alla penultima giornata, il 17 maggio) e Florentia – Modena. Il 19 aprile Livorno – Parma’31 e Valorugby Emilia cadetto – Florentia. Al netto delle pause da osservare per gli ultimi tre impegni dell’Italrugby nel ‘Sei Nazioni’ e per la Pasqua, nelle prossime cinque giornate, i gigliati giocheranno tre volte in trasferta (su terreni non facili) e sfideranno in casa il Modena, terzo in graduatoria. Il Livorno Rugby giocherà tre volte in casa e, nell’unica gara ‘in trasferta’, al ‘Priami’ di Stagno, si troveranno di fronte i ‘cugini’ Lions. Solo con un filotto di successi ‘pieni’, con tanto di bonus-attacco, il Livorno Rugby può ancora sperare nel ‘miracolo sportivo’. Tentar non nuoce…