Anche i campionati giovanili di rugby rischiano di essersi fermati in modo definitivo per colpa dell’emergenza legata alla pandemia da COVID-19. E’ decisamente concreta – purtroppo – l’ipotesi di una mancata assegnazione degli scudetti under 18 e under 16. In questo momento, ben più di considerazioni tecniche relative a ‘problemi’ sportivi, la priorità, per tutti quanti, è la tutela della salute. Anche di quella dei giocatori – giovani e meno giovani -, degli staff e degli appassionati della palla ovale. Gli under 18 e gli under 16 del Livorno Rugby, che per i mezzi a disposizione, i risultati conseguiti e per il gioco espresso avevano dimostrato di poter puntare a traguardi di tutto rispetto, chiudono la loro stagione (salvo colpi di scena – auspicabili ma molto improbabili -) con un ruolino globale di 22 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta. Entrambe le formazioni biancoverdi – curiosamente – hanno chiuso l’annata in terra parmense, entrambe sul terreno ‘Gino Maini’, contro i pari età locali del Colorno. Il 23 febbraio, l’ultima uscita degli under 18, una settimana prima l’ultima gara degli under 16.

UNDER 18. Primo posto per il Livorno Rugby under 18 nel campionato élite di categoria, girone del centro Italia. Questa la situazione al momento della brusca interruzione (14 giornate in archivio, 4 ancora da giocare): Livorno 64 p.; Firenze 61; Cavalieri Prato/Sesto 52; Valorugby 48; Parma’31** 32; Modena** 22; Lyons Piacenza* 20; Perugia 18; Colorno 15; Romagna* 4. *Lyons e Romagna una gara in meno. **Parma’31 e Modena due gare in meno. La prima del girone si sarebbe assicurata il Trofeo dell’Appennino (verrà comunque assegnata ai labronici?) e soprattutto il passaggio diretto ad uno dei due gironi delle ‘big’. In questi due nuovi gironi, avrebbero dovuto partecipare anche le vincenti dei barrage tra le seconde e le terze dei raggruppamenti iniziali. Insomma, nella seconda fase della stagione, dopo la scrematura iniziale, avrebbero giocato le migliori otto formazioni in ambito nazionale, divise in due raggruppamenti da quattro. Nel nuovo girone, era previsto l’incrocio (sei partite in tutto) con protagoniste le squadre (o la squadra) del centro Italia e le squadre (o la squadra) del sud. A sua volta, la vincente di tale girone, avrebbe affrontato, nella finale scudetto, la miglior formazione del nord. Il Livorno Rugby, dopo la sconfitta del turno d’apertura del campionato (il 6 ottobre), a Firenze, ha inanellato una eccellente striscia di 13 successi su 13 partite. L’ultima, quella di Colorno (17-35, 3 mete a 5).

UNDER 16. Differente la formula del campionato under 16. Tutte le squadre, inizialmente, hanno partecipato alla fase regionale. Poi le migliori hanno proseguito il loro cammino verso i maggiori traguardi nazionali. Il Livorno Rugby, dopo aver vinto, lo scorso 15 dicembre, il titolo toscano (con sette successi su sette partite), stava guidando (o per meglio dire ‘sta guidando’….) la classifica della poule ‘1’ dell’area ‘1’ interregionale. A tale area si erano qualificate le migliori otto squadre di categoria del centro Italia. Al termine, le vincenti dei due gironi si dovevano affrontare per la conquista del Trofeo dell’Appennino (che, soprattutto, avrebbe dato diritto alla partecipazione alla final-four per il titolo tricolore). Questa la situazione dei due raggruppamenti del centro Italia al momento della sospensione del torneo (7 turni alla fine). Poule ‘1’: Livorno 12 p.; Cavalieri Prato/Sesto ‘1’ 10; Perugia 5; Firenze’31 ‘1’ 0. Poule ‘2’: Parma’31 13 p.; Colorno 12; Bologna’28 5; Pesaro 2. In scioltezza, nelle prime due gare di questa seconda parte del torneo, il Livorno Rugby aveva ottenuto due vittorie casalinghe – entrambe condite dal bonus-attacco – con Perugia e Firenze’31 ‘1’. Nel terzo impegno, per la prima volta dall’inizio della stagione, i labronici di Ljubi e Borgiotti si sono dovuti accontentare del pareggio. La sfida under 16 ‘scioglilingua’ del 16 febbraio Colorno–Livorno – valida per la fase conference, nel corso della quale le squadre dei due gironi si dovevano affrontare l’un l’altra con gare di sola andata – si è infatti conclusa con un salomonico pareggio, 15-15, con 2 mete degli emiliani padroni di casa e 3 dei biancoverdi ospiti. I due punti ottenuti da ciascuna delle due (ottime) squadre sembrava utile, per entrambe, per avvicinarsi alla finale del Trofeo dell’Appennino, per il calendario originale previsto per il 31 maggio. L’under 16 del Livorno Rugby conclude la sua stagione da imbattuta e con la consapevolezza che senza la sospensione avrebbe potuto cogliere mete di rilievo…