Per la sesta partita consecutiva, il Livorno Rugby under 18 ha colto successo e bonus attacco. Con il Modena, nell’ultimo impegno interno del 2019, i ragazzi allenati da Isozio, Gesi, Morganti e Squarcini si sono imposti 33-7 (5 mete a 1). Una vittoria brillante e preziosa che consente di avvicinarsi con grande fiducia ed ottimismo al prossimo delicato incontro. I biancoverdi giocheranno domenica prossima in casa dei Cavalieri Prato/Sesto, una delle tre concorrenti nella lotta per l’accesso ai gironi finali per il titolo italiano. Passerà direttamente alla final-eight la prima di ciascuno dei quattro raggruppamenti zonali del campionato èlite, mentre le seconde e le terze disputeranno i cosiddetti barrage. La sensazione è che i punti in palio negli scontri diretti tra le big in questo girone del centro Italia, caratterizzato da una ‘frattura’ tra le prime quattro e le altre sei, valgano doppio. La classifica dell’area 3 dopo 7 turni (2 al termine del girone d’andata): Medicei Firenze 33 p.; Valorugby Emilia e Livorno 30; Cavalieri 27; Parma’31 17; Modena* 15; Lyons Piacenza 14; Colorno* 10; Perugia 5; Romagna 2. *Modena e Colorno una partita in più. Contro il Modena, il Livorno Rugby si è presentato inizialmente con Gesi A.; Zannoni, Gesi S., Piram, Orsini; Tomaselli (v.cap.), Simi; Lavorenti (cap.), Angiolini, Mattei; Tori, Liperini; Ficarra, De Rossi, Andreotti. Entrati nella ripresa anche Nannoni, Campanile, Mannucci, Schillaci, Eliseo, D’Angelo, Vallati. I labronici sbloccano ben presto (5’) il punteggio, con la meta dell’ala Zannoni, trasformata dall’estremo Alessandro Gesi. Poi, nel corso del primo tempo, non si registrano altre marcature: 7-0 all’intervallo. I biancoverdi crescono nella prima fase della ripresa: le mete del seconda linea Tori (3’) e dell’apertura Tomaselli (6’), condite dalle trasformazioni di Alessandro Gesi, permettono di scavare un solco piuttosto profondo (21-0) e di mettere in ghiaccio la vittoria. Il Modena, con caparbietà, accorcia le distanze (25’) con una meta trasformata: 21-7. Negli ultimi minuti (a livello under 18 le gare si disputano sulla distanza globale dei 70’), i biancoverdi allungano e si assicurano il bonus-aggiuntivo. La quarta preziosissima meta dei padroni di casa è firmata al 25’ da Nannoni, entrato nella seconda frazione: 26-7. La quinta ed ultima meta (33’) dei labronici è siglata dall’avanti Orsini. Alessandro Gesi trasforma, per il 33-7 conclusivo. Il Livorno Rugby under 18, nella circostanza in versione diesel – la squadra è migliorata con il trascorrere dei minuti – ha confermato di possedere qualità importanti e di poter legittimamente ambire a traguardi di tutto rispetto.