Non senza una buona dose di sfortuna, il Livorno Rugby ha perso, lo scorso 17 novembre, in trasferta, lo scontro diretto con l’imbattuta capolista Florentia (20-10; 2 mete a 1; 4 punti a 0 in classifica). Poi i biancoverdi, nelle successive tre gare – coincise con le ultime tre uscite del 2019 – hanno colto il massimo (15 punti in tutto): i ragazzi di Ceccherini, sul campo del Parma’31 e nelle due partite interne con Capitolina Roma cadetta e Jesi, hanno ottenuto tre successi tutti quanti conditi dal bonus-attacco. I labronici, a tre giornate dalla fine del girone d’andata del torneo di B, raggruppamento 2, occupano, a quota 28 punti, la seconda piazza, in compagnia del Modena. Sono 11 le lunghezze di ritardo dal Florentia, che, al contrario delle due più dirette inseguitrici, deve ancora osservare, in questo girone ascendente, il suo turno di riposo. I gigliati hanno finora sempre vinto nelle otto gare disputate e in sette occasioni (inclusa la trasferta con il Parma’31 quando è giunto il successo a tavolino, che ha permesso di guadagnare un punto in più rispetto a quanto strappato sul campo) hanno conquistato il bonus-aggiuntivo. Livorno e Modena – che si ritroveranno di fronte il 19 gennaio, al ‘Montano’, proprio quando i biancoviola gigliati tireranno il fiato – hanno, viceversa, finora un ruolino di sei successi e una sconfitta: per entrambe lo stop è arrivato contro il Florentia (per gli emiliani la sconfitta con la capolista è maturata in casa). Nettamente in ritardo, in graduatoria, tutte le altre formazioni. Insomma, la lotta per la prima piazza, l’unica che garantisce il salto in A, è circoscritta alle tre squadre attualmente sul podio della classifica. Il Livorno Rugby, per alimentare le speranze promozione, deve allungare, anche dopo il ‘letargo natalizio’, la propria striscia di successi ‘pieni’, con tanto di bonus. Prima del 29 marzo, quando è in programma l’impegno interno con il Florentia, Merani e compagni giocheranno, a gennaio, con il CUS Siena (il 12 in trasferta), con il Modena (il 19 in casa) e con il fanalino di coda Formigine (il 26 in trasferta) e poi, nelle prime tre fatiche del girone di ritorno, a Imola (il 16 febbraio), in casa con il Valorugby Emilia cadetto (l’1 marzo) e ‘in trasferta’ con i Lions Amaranto Livorno (il 22 marzo). Prima di presentarsi sul ‘Montano’, il Florentia, viceversa, giocherà solo sei gare: il 12 gennaio sul campo dei Lions Livorno, il 26 gennaio in casa con l’Imola, il 16 febbraio in casa con il Parma’31, il primo marzo sul terreno della Capitolina Roma cadetta e il 22 marzo in casa con il CUS Siena. La sensazione è che uno snodo delicato ed importante nell’economia dell’intera stagione, sia rappresentato dalla prossima giornata, quella del 12 gennaio, quando si disputeranno i due derby toscani CUS Siena – Livorno e Lions – Florentia. Sei giorni prima, lunedì 6, giorno di Epifania, su TC2Sport (canale digitale terrestre 272) verranno trasmesse dalle 10 della mattina in poi, consecutivamente, le sette partite giocate (complessivamente) in casa nella prima parte della stagione dalle due squadre labroniche protagoniste in B. In una ‘maratona’ televisiva, senza soluzione di continuità, verranno mandate in onda le telecronache di Livorno – Imola, Lions – Modena, Livorno – Lions, Lions – CUS Siena, Lions – Formigine, Livorno – Capitolina cadetta e Livorno – Jesi.