La grande e coinvolgente festa del rugby è andata in scena in questo memorabile sabato pomeriggio al campo ‘Maneo’ di via Settembrini. La festa rientrava nell’ambito di ‘AiutiamoLi’, il progetto che ha visto in prima linea lo sport cittadino e che sta permettendo di raccogliere fondi da destinare alle tante persone che nel tragico alluvione dello scorso 10 settembre hanno subìto ingenti danni. Presenti all’appuntamento del ‘Maneo’, organizzato dal Livorno Rugby, tantissime persone, accumunate dall’amore per la palla ovale. Presente, tra gli altri, Sami Panico, il 24enne pilone delle Zebre e della nazionale italiana. Panico ha firmato centinaia di autografi ed ha scambiato varie impressioni con i ragazzini del settore propaganda del Livorno Rugby.
Il momento più significativo del sabato – concluso poi con un ricco terzo tempo e con una simpatica lotteria – è stato relativo alla partita tra giocatori Old. Da una parte una rappresentativa Old Livorno Rugby, dall’altra una ‘mista’ Pirati-Rino..Cerotti. Nella squadra Old Livorno tanti giocatori che hanno fatto la storia (recente e anche meno recente) del club biancoverde e tanti atleti… improvvisati: non è mancato chi per la prima volta ha calcato – non più giovanissimo – un campo da rugby ed ha per la prima volta abbrancato una palla ovale. L’elenco dei giocatori ruotati nell’arco dei 40′ (si sono disputati due tempi da 20′ ciascuno) è eterogeneo ed abbraccia più generazioni. Questo l’elenco dei 28 ‘atleti’ del Livorno Rugby Old, protagonisti sul sintetico di via Settembrini: Sergio Biagiotti, Gabriele Biagiotti, Andrea Bernieri, Massimiliano Buonaccorsi, Vinicio Marconi, Paolo Filacanapa, Daniele Di Domenico, Luca Stasi, Flavio Lombardi, Fabrizio Pucci, Gabriele Pelletti, Alessia Fraschetti, Stefano Pagni, Alessandro Lari, Alessandro Saltapari, Gabriele Secci, Gianluca Mannucchi, Riccardo Sciacol, Federico Achiardi, Rocco Montanaro, Andrea Grechi, Daniel Nanni, Nicola Lenzi, Stefano Trumpy, Riccardo Fabbrini, Alberto Mazzoni, Federico Guidi, Paolo Dari. Le fasi dell’incontro sono state simpaticamente commentate al microfono, dall’ex terza linea e capitano dell’Italrugby Andrea De Rossi. In sottofondo tanta musica.
L’incontro si è chiuso con il successo dei biancoverdi, per una meta a zero. La marcatura che ha deciso il match è giunta nel primo tempo ed è stata firmata dal trequarti Gabriele Pelletti: giocatore che, con i suoi 44 anni, era tra i più giovani in campo. Al termine dell’incontro Old, tra birre e sbicchierate, è cominciato il terzo tempo ed è iniziata la presentazione delle squadre propaganda (dall’under 14 all’under 6) del Livorno Rugby. L’incasso al bar e del terzo tempo, è stato – al pari dell’incasso dell’incontro di serie B disputato domenica al ‘Montano’ tra Livorno e Pesaro – destinato a ‘AiutiamoLi’. I rugbisti sono grandi e grossi ma hanno un cuore tenero, che si taglia con un grissino.