La giornata di apertura del girone di ritorno del campionato di B, girone 2, in programma questa domenica, mette di fronte le quattro squadre attualmente al vertice della graduatoria. La prima (il Pesaro) gioca sul terreno della quarta (l’Amatori Parma), mentre la seconda (il Livorno Rugby) ospita la terza (I Medicei Firenze cadetti). A proposito di classifica: il Romagna – così come il Civitavecchia poche settimane prima – ha versato la prevista oblazione di mille euro e si è visto annullare la penalizzazione di 4 punti. Questa l’attuale situazione nella parte alta della graduatoria: Pesaro 47 p.; Livorno 44; I Medicei cadetti 38; Amatori Parma 36; Bologna 32; Romagna 27.

Dopo questo turno, è previsto uno stop agonistico di 21 giorni, in omaggio ai primi due impegni dell’Italia nel ‘Sei Nazioni’. Alla ripresa delle ostilità, il 18 febbraio, si giocherà Pesaro-Livorno. Al termine della regular season, la prima salirà direttamente in A. Playoff per la seconda (con le seconde degli altri tre gironi di B). Delle quattro seconde, tre saranno promosse nella categoria superiore. Il Livorno Rugby ha cominciato la stagione a fari spenti, senza proclami bellicosi, ma ‘solo’ con l’obiettivo di maturare esperienze, di crescere e – anche grazie ai nuovi innesti – di migliorare la nona posizione ottenuta nella scorsa annata. Finora i ragazzi di Marco Zaccagna stanno esprimendosi al di sopra delle previsioni. Nessuno vuole ‘caricare di responsabilità’ eccessive la rosa – composta in gran parte da giovani e giovanissimi – né chiede la luna.

Il girone d’andata, caratterizzato da dieci vittorie ed una sconfitta, è stato favoloso. Dopo l’unico stop, rimediato contro la capolista Pesaro, i biancoverdi hanno inanellato un filotto di nove affermazioni di fila. Se nel girone di ritorno si registrerà un rallentamento e se altre squadre si dimostreranno più forti e più degne della promozione, nessuno muoverà critiche fuori luogo ai labronici. Però, a questo punto, sognare può diventare lecito. Il derby toscano di questa domenica (arbitro Matteo Liperini; calcio d’inizio alle 15,30, in posticipo per evitare la concomitanza con Livorno-Alessandria di calcio) mette – classifica alla mano – in palio punti davvero pesanti. I conti sono facili: se Squarcini e soci – già vittoriosi in terra gigliata all’andata – si impongono, scavano un solco profondo sul resto del gruppo. Altrimenti, se i fiorentini espugnano il campo ‘Carlo Montano’, Livorno resterebbe secondo, ma il margine sulla più immediata inseguitrice si ridurrebbe. I Medicei Firenze cadetti sono migliorati in modo sostanzioso nel corso dell’annata. Provengono da quattro convincenti affermazioni e possono contare su elementi di qualità per la categoria. Solo giocando una gara di altissimi contenuti, la squadra biancoverde può allungare la striscia vincente.

Rientrano a disposizione il pilone Bufalini (reduce dalla lunga squalifica di tre mesi) ed il trequarti Righetti (che ha smaltito il suo malanno). Fuori causa (infortunio ad una mano) capitan Bertini, che dunque resterà in tribuna, al pari di Menicucci, Stiaffini e Canepa, già assenti nelle ultime uscite. Servirà anche l’apporto del pubblico per una gara-spartiacque. Livorno sta bruciando le tappe e merita un grande sostegno da parte degli sportivi.