A scaldare, sabato pomeriggio, una giornata uggiosa è bastato il divertimento dei giovanissimi atleti coinvolti nel concentramento (o raggruppamento o ‘festival’ che dir si voglia) svoltosi presso il sintetico del ‘Maneo’ di via Settembrini, il quartier generale del Livorno Rugby. Otto le squadre under 6 coinvolte nel riuscitissimo evento. Una kermesse all’insegna del sorriso, con i numerosi bambini che hanno simpaticamente contagiato, con il loro entusiasmo, anche gli adulti presenti a bordo campo. Al via due formazioni del Livorno Rugby, due dei Lions Amaranto Livorno, una del Lucca, una degli Etruschi Livorno, una dell’Union Versilia ed una dello Spezia. Le squadre si sono date ‘battaglia’ in un girone all’italiana: tutte quante si sono affrontate l’un l’altra in mini incontri. Sette partite per ciascuna formazione, per un totale di due intense ore di sport autentico e spensierato. Un pomeriggio intenso e indimenticabile per i piccoli protagonisti della giornata e anche per le famiglie al seguito. Un pomeriggio indimenticabile pure per gli infaticabili educatori-allenatori biancoverdi Paolo Campora, Federica Muzzi, Ilaria Cirillo ed Emanuele Piras. Al termine della fase ‘agonistica’, classico terzo tempo offerto dalla squadra ospitante, arricchito dai dolci preparati dalle mamme dei piccoli giocatori biancoverdi. Ecco in rigoroso ordine alfabetico i piccoli-grandi atleti del Livorno Rugby ‘profeti in patria’, sul ‘Maneo’: Marco Alessio, Francesco Borgioli, Giulio Cesare Campora, Lorenzo Cavallo, Elia Ciani, Giorgio D’Ammando, Angelo Giulianelli, Alessandro Iardella, Zeno Ljubi, Giorgio Martellozzo, Tommaso Neri, Alessandro Salerno, Giovanni Scognamiglio, Giorgio Serretti.