Grazie ad una prova ricca di sostanza, il Livorno Rugby under 18 raccoglie, nel primo impegno interno ufficiale della stagione, il massimo della posta. Sul sintetico del ‘Maneo’, nel quadro della seconda giornata del campionato élite di categoria, raggruppamento del centro Italia, i biancoverdi guidati dal quartetto Isozio – Gesi – Squarcini – Morganti hanno battuto 29-18 (prima frazione 24-6) i pari età del Valorugby Emilia. Un successo meritato e prezioso per i labronici, che non fanno mistero di puntare in alto. La classifica: Cavalieri Prato/Sesto 10 p.; Firenze 9; Parma 7; Modena 6; Valorugby, Livorno e Colorno 5; Lyons Piacenza 4; Romagna 1; Perugia 0. Padroni di casa in vantaggio al 6’, con un piazzato dell’estremo Alessandro Gesi: 3-0. Gli emiliani reagiscono e, con due tiri dalla piazzola (9’ e 18’) rovesciano il punteggio: 3-6. Al 23’ il definitivo controsorpasso livornese, con la meta del terza linea Mattei, trasformata da Gesi A.: 10-6. Allungo al 26’ con la meta dell’apertura Simone Gesi, trasformata da suo fratello Alessandro: 17-6. In chiusura di prima frazione (34’) va in meta l’ala Meini. Gesi A. condisce con il calcio aggiuntivo: all’intervallo, sul 24-6, la situazione è delineata. Il Valorugby, al 3’ della ripresa, accorcia con una meta trasformata: 24-13. Poco male. Passano 5 minuti e i biancoverdi, con il tallonatore Nannoni, siglano la meta bonus, quella che di fatto consente di chiudere i conti: 29-13. Gli ospiti, a 5 minuti dal termine del match, realizzano la loro seconda meta. Finisce 29-18 (4 mete a 2): in classifica 5 punti per il Livorno Rugby, nessuno per il Valorugby. Livornesi inizialmente in campo con: Gesi A.; Barsotti, Piram, Capozzi, Meini; Gesi S., Tomaselli; Baldi, Mattei, Eliseo; Lavorenti, Tori; Ficarra, Nannoni, Andreotti. Entrati anche: De Rossi, Campanile, Gragnani A., Nicastro, Simi, Vallati.